Sirene-05-Magazine-ITA-ok.jpg
DJI_0186.jpg
1-simon-ager.jpg
2-santa-monica-beach.jpg
3-unsplash-lance-anderson.jpeg
Steven Worster.jpg
Sirene-05-Magazine-ITA-ok.jpg

Sirene Numero 5 Sezioni


 

 

 

 

 

SCROLL DOWN

Sirene Numero 5 Sezioni


 

 

 

 

 

 

Sirene # 5 estate 2017

Data di uscita: 14 giugno

 

 
DJI_0186.jpg

Sirene Numero 5


Sirene Numero 5


 

Photo © Nick Cooper /Apertunity

 

In questo numero

A bordo con Cousteau. Il 25 giugno di 20 anni fa ci lasciava Jacques-Yves Cousteau. Senza di lui, non guarderemmo l’oceano con
gli stessi occhi e non ne conosceremmo la bellezza profonda. A raccontarci il Comandante le parole di chi ha avuto la fortuna di far parte del suo equipaggio.

Vivere di surf. La storia di Petter e Linn, due ragazzi svedesi che hanno fatto del loro rifugio sull’oceano Indiano una nuova meta nella mappa del surf post-globalizzazione.

In volo sotto la superficie. L’io che si perde nel blu e l’acqua che ci avvolge amniotica. Con le sue immagini Francesca Rivetti sembra riuscire a rubare le sensazioni segrete dell’apnea.

La geografia dell’acqua. Navigare è un modo di stare al mondo. Provare a farlo senza strumenti, imparando a leggere mare e cielo solo con i propri sensi, è anche un’occasione per stabilire un rapporto intimo con l’oceano. Quello che i Polinesiani non hanno mai perso.

Ocean dreamer. Susie Goodall, 27 anni, è una delle due donne che prenderanno parte alla Golden Globe 2018. L’abbiamo incontrata alle Azzorre, subito dopo aver attraversato in solitario l’Atlantico andata e ritorno.

L’alfabeto del surf. Evocare i loghi dei grandi marchi di tavole degli anni ’50 e ’60 è un po’ come leggere Omero per capire la civiltà greca, perché poche culture come quella del surf poggiano le proprie fondamenta sulle immagini e sulla grafica.

La forma del vento. Il vento non si vede. Lo si sente, si impara a leggerne gli effetti su terra e acqua, persino sul proprio corpo. Nelle sue immagini,
Carlo Borlenghi è riuscito a plasmarlo.

Pesci di carta, uomini di mare. Lotta, rispetto, ma anche desiderio di dominare qualcosa che non si riesce a comprendere fino in fondo. Elementi primitivi su cui si basano i grandi racconti della letteratura di mare.

Micro navigazioni d’alto Adriatico. Trenta chilometri di costa per tre chilometri di lunghezza. Quella di Promontore, più che una penisola, è una sequenza interminabile di insenature, baie e isolette dove perdersi o ritrovarsi a colpi di pagaia.

Santorini: un bagno tra i massi infuocati. In fuga verso sud, lasciando i clamori della costa occidentale affacciata sulla caldera, si scopre un’isola diversa. Rosso scurissimo, nero e bianco.

 

Ma questo è solo un assaggio.

Se vuoi leggere il nuovo numero ed entrare a far parte dell’equipaggio di Sirene, acquista la tua copia nel nostro store!

 
1-simon-ager.jpg

Sirene è acqua, Sirene è carta


 SIRENE È ACQUA, SIRENE È CARTA

 

Sirene è acqua, Sirene è carta


 SIRENE È ACQUA, SIRENE È CARTA

 

 
 

Sirene è un nuovo giornale dedicato a chi sente il mare vicino anche quando è lontano. 

Grandi pagine di carta riciclata, ruvide e porose come solo le gore di sale lasciate dal mare sanno essere, ampi spazi bianchi, puri come un orizzonte sul mare e storie coinvolgenti, per entrare in sintonia con un’emergente comunità che guarda agli Oceani come crocevia dei destini del pianeta.

La nostra carta è fatta di alghe e utilizza la flora marina in eccesso proveniente da ambienti lagunari a rischio. Per ogni mezzo chilo di alghe fresche si risparmia un chilo di legno. L’intero processo produttivo è stato scrupolosamente concepito per ottenere il minimo impatto ambientale.

 

Foto: © Creative Commons/Simon Ager

 
2-santa-monica-beach.jpg

Passione


Sirene è passione

Passione


Sirene è passione

 

Surf, apnea, il mare raccontato da un navigatore solitario, isole, spiagge da scoprire, usi e costumi della beach culture, storie di traghetti segreti, barche d’epoca, rotte degli squali balena, inchieste sull’inquinamento e sulla protezione del mare. Sirene crea una narrazione in cui chi ama il mare si riconosce e ritrova gli elementi caratterizzanti un’identità condivisa. L’approccio non è mai tecnico, ma sempre emotivo.

Sirene è stato premiato con una Graphite Pencil ai D&AD Awards 2016, i prestigiosi premi destinati all'eccellenza creativa assegnati ogni anno a Londra, e ha ricevuto una nomination agli ADCE* Art Directors Club of Europe Awards 2016 a Barcellona. Nel 2017 è stato Medal Finalist agli SPD #52 a NY.

 

Foto © Tina Rataj

 
3-unsplash-lance-anderson.jpeg

Sirene è dove sei


Sirene è dove sei

Sirene è dove sei


Sirene è dove sei

 

Con due diverse edizioni – una in italiano e una in inglese – Sirene tiene un piede in Mediterraneo e uno nell'Oceano. 

Attraverso il suo sito sirenejournal.com e un’accurata selezione di punti vendita, Sirene raggiunge i suoi lettori ovunque si trovino nel mondo.

 

Foto © Lance Anderson

 
Steven Worster.jpg

Press


dicono di noi

Press


dicono di noi

 

Corriere della Sera
Sognando il mare sul Naviglio 

Il Domenicale de Il Sole 24 Ore
La seduzione di due mari

D - Repubblica
In alto mare

Io Donna 
Sirene di carta

Il Venerdì di Repubblica 
Il canto delle Sirene non si ascolta ma si legge

Il Secolo XIX
 
Sirene

La Nuova Sardegna
 
Sirene, la rivista che racconta il mare

MGZN
 
Sirene: lasciatevi incantare

magCulture
One of the more unique and timeless magazines around at the moment

Stack Magazines
The entire project is a love letter to the sea

The 405
Placeholder Lite: Sirene, Issue One

Papersmiths
Our Weekend Reading is Sirene

Philip Hoare
A gorgeous tribute to the sea

Süddeutsche Zeitung Magazin
It's all about the sea

Paper Planes
A slice of the ocean for one to cherish

 

 

 Photo © Creative Commons/Steven Worster